giovedì 5 giugno 2008

Immersione totale


Riemergo ora, dopo quarantotto ore di apnea, in un immersione totale nel nuovo lavoro che mi ha tolto fiato e ridato il respiro. Nei primi due giorni ero al giornale prima delle dieci e sono tornato quando i miei figli dormivano già da un pezzo. Il problema è che mi fermerei ancora di più: quando si fa qualcosa che piace e appassiona il tempo vola e tutto è lieve. Credo di avere la sindrome dei ragazzi che giocano alla PlayStation e che non lascerebbero i giochi neppure per i pasti o le normali funzioni biologiche.
Scrivo questo post di buon ora (grazie al fantastico Eee Asus che i colleghi di Etv, con una generosità degna del cuore che hanno, mi hanno regalato al momento del congedo) e chiedo scusa agli amici se in questi giorni trascuro, insieme al blog, anche loro.
Prometto di trovare al più presto un equilibrio, in modo da conciliare con armonia le varie esigenze professionali, di relazione sociale e di formazione personale. Perché il lavoro è importante, ma la vita lo è di più.

Foto by Leonora

8 commenti:

Luisa L.G. ha detto...

La tua testimonianza è una bella iniezione di energia e di fiducia per tutti.
E comunque sta accadendo ne più ne meno di quello che ti meritavi che accadesse.
Buon lavoro dunque.

Anonimo ha detto...

Volevo farti tanti auguri per il nuovo lavoro.. sono stata via in questi giorni e ho dimenticato di segnare il tuo numero anche sul mio cell.
In bocca al lupo!
Un bacio
Fede

Andrea ha detto...

Va bene, riprendo a comprare la provincia!!
P.S. Eee Asus = Grande Invidia :P

Anonimo ha detto...

Stai diventando come i cineess?
Passa presto a trovarci Sacranun!

Mauro
il biondo (non rosso)

Giorgio ha detto...

@ Luisa: scrivi poco, ma quando scrivi lasci il segno
@ Fede e Mauro (il rosso, non il biondo): giuro che passo preso a trovarvi
@ Andrea: io, invece del diamante, che tanto Valentina ne ha già avuto uno (per poco, molto poco, ma non è che colpa tua se è rotolato nel lago un istante dopo che gliene hai fatto dono :-) in occasione del futuro lieto evento potresti regalarle un bel Eee. Tanto poi c'è la comunione dei beni ;-)

toto ha detto...

quasi quasi vado anch'io a lavorare a Etv cosi' poi quando mi cacciano mi faccio regalare un bel Eee. Ma funziona bene?

non lavorare troppo! Te lo dice uno che si diverte talmente tanto al lavoro che spesso non mi accorge che e' ora di tornare a casa...

Giò ha detto...

ma anche il lavoro è vita. se hai la fortuna di fare un lavoro che ti piace sei felice e ne risente positivamente tutto il resto..se invece sei costretto in una dimensione lavorativa che subisci è tremendo. quindi, dacci dentro.
auguri
giò

Anonimo ha detto...

I will not approve on it. I over warm-hearted post. Particularly the appellation attracted me to review the whole story.