mercoledì 26 marzo 2008

Ad onor del vero


Per quattro giorni muto, poi tre post in un giorno: dei giornalisti proprio non ci si può fidare. A quanto pare neppure di tanti altri. Recentemente (credo di ricordare fosse il giorno di Pasqua, a tavola, con le persone a cui voglio bene) si stava parlando di politica (e sì, da noi si usa ancora parlarne, discutere, accalorarsi) e a un certo punto si è fatta strada la notizia che si vota il 13 e 14 aprile poiché se si fosse votato anche soltanto una settimana prima i parlamentari attuali non avrebbero maturato il diritto a ricevere una (cospicua) pensione.

A questo proposito, pur non essendo mozzarella, di bufala possiamo parlare, come spiega la seguente mail a firma di un'onorevole comasca:


Io sono uno di questi deputati e non mi risulta proprio di aver maturato la pensione se si vota il 13 aprile. Intanto la pensione si matura facendo una legislatura completa (5 anni) e la si prende (dopo la riforma fatta dal primo governo di centrosinistra) all'età pensionabile ( a meno di avere fatto un numero elevato di anni di attività parlamentare, non so esattamente quanti).
Chi non ha fatto una legislatura completa ha il diritto di continuare a versare i contributi fino a completare il periodo di cinque anni purchè il mandato sia durato almeno due anni e sei mesi.
Dato che questa legislatura è durata solo due anni nessun diritto alla pensione è stato acquisito da chi non si ricandida o non sarà eletto. E quanto al non far nulla le assicuro che chi alla Camera fa il proprio dovere (io credo di averlo fatto) la vita è davvero massacrante, tanto è vero che, pur avendo un posto di parlamentare assicurato, ho deciso di non ricandidarmi. Questi messaggi servono solo ad allontanare gli elettori dai loro rappresentanti e questo non fa certo bene alla democrazia italiana.
Cordiali saluti
on. Rosalba Benzoni


Scusate, ma è una precisazione che dovevo ai commensali e anche a me stesso, che nell'averla appresa quasi mi rovinavo la digestione di quel banchetto luculliano che a casa mia, a Pasqua, c'è stato (magna magna sì, però genuino).
Foto by Leonora

4 commenti:

Luca ha detto...

In effetti era stata una "sparata" di Calderoli subito dopo la comunicazione della data delle elezioni, ma lo stesso era stato subito smentito. In rete, poi, il tutto si amplifica e si dilata e le catene restano in giro a lungo... Brava la Benzoni a precisare (e bravo il nostro "informatore" comune.

Ciao

Luca Benincasa

Giorgio ha detto...

Giusto. Ringraziamolo allora pubblicamente Giuseppe Leoni, che ha scritto alla Benzoni e permesso questa precisazione.

andrea ha detto...

Si, bhe, però,.... Non è che sia bello....cito:" Intanto la pensione si matura facendo una legislatura completa (5 anni)" cacchio mica 2 anni e 6 mesi per avere una pensione da chissaquantemila euro. ci vogliono ben 5 anni, son stacanovisti questi!!!

Anonimo ha detto...

Il pranzo e' andato che e' una meraviglia ed il fatto che siamo cosi' attaccati anche a questi pranzi e cene tradizionali dimostra quanto ci vogliamo bene.
Sono contenta che la notizia girata tra un cannellone e l'altro sia risultata non vera.
Ma la mia pessima opinione sul mondo politico in generale, non cambia (destra o sinistra purtroppo non cambia).
Uno dei commensali (tua cugina)