lunedì 21 marzo 2011

Breve elenco dell'interlocutore molesto


Causa tuoni e fulmini, i primi dell'anno, sono rimasto senza Internet due giorni, forse tre, visto che non so se a casa il danno sia stato riparato o meno. Me ne sono fatto una ragione, realizzando quanto mi manca la connessione con il mondo ma pure che posso farne a meno (respirando a fondo, piano e ripetendo: "Sono solo due giorni, posso farcela"). Intanto inizia la primavera, con una giornata fresca ma di sole e cielo terso, buon preludio per i giorni che spero verranno. Tra i buoni auspici c'è quello, puntualmente disatteso, di incontrare con la bella stagione soltanto persone interessanti, per niente moleste o noiose. Ne appunto qui una breve lista.


  • Quelli che quando gli racconti qualcosa, a loro è capitato o sta capitando di peggio

  • Quelli che appena apri bocca annuiscono, dicono "Sì, come ho detto prima..." e proseguono loro ciò che (sono certi) volevi dire tu

  • Quelli che ti interrompono dopo due secondi e mezzo e partono per la tangente, con un altro discorso

  • Quelli che, dopo dieci minuti di preambolo e un quarto d'ora di monologo, non comprendono alcuno dei tuoi indicatori di attenzione satura (in progressione: sguardo assente, occhio a mezza palpebra; intercalare di espressioni quali: "Certo...", "Chiaro...", "Effettivamente..."; sbadiglio; sbadigli; moltissimi e enormi sbadigli; bolla al naso; coma; stato vegetativo; flebo indovenosa e richiesta di estrema unzione al primo pirla che ti passa di fianco)

  • Quelli che dopo che parli cinque minuti, mentre loro ti guardano fisso negli occhi e annuiscono, dicono: "Puoi ripetere, stavo pensando ad altro".

  • Quelli che se non rispondi al telefono, riprovano dodici volte di fila, senza tregua, e quando finalmente rispondi dicono: "Scusa, disturbo?"

  • Quelli che ti chiamano da numero privato o sconosciuto, ti salutano e partono con il quiz: "Hai capito chi sono?" (no, non l'ho capito, a volte non capisco neanche quando chiama mia madre, figurati te, che sei un imbecille e fai queste domande trabocchetto del cavolo!)

Potrei andare avanti, mi fermo. Oggi è primavera, per gli stupidi c'è sempre tempo (soprattutto considerando che lo stupido molesto, talvolta, sono io).


Foto by Leonora

3 commenti:

Miranda ha detto...

- -
0

zzzzzz.....

Scusa puoi ripetere, stavo pensando ad altro?

Post davvero spiritoso, e la casistica , temo, non sia finita. Mi hai fatto sorridere.
Buona giornata

carelli.natale ha detto...

Che nervoso! rinuncio e lo congedo velocemente, tanto è una battaglia persa.
Ciao e buona giornata.

cafecaracas ha detto...

Ma nessuno si senta escluso...
spesso si e' dalla parte opposta...