sabato 31 dicembre 2011

Dodici auguri (più uno) per il 2012

Che sia un anno di pioggia senza disastri e di sole mite; di silenzi e di quiete del cuore, che quando ti siedi non ti vien voglia di alzarti e quando ti alzi di sederti; di parole semplici, dette senza pensarci né troppo né poco, schiette; di buone letture di libri ma anche di frasi rubate come quella di Shauna Niequist che ho appena letto sul profilo di Michela e che mi ha ricordato una cosa squisita: i mandarini freddi; di lenzuola pulite che odorano di bucato e di fiori freschi sul tavolo; di mani tese e riempite senza bisogno di chiedere; di fiducia nell'altro e ottimismo, perché possono toglierci tutto tranne ciò che siamo veramente; di pranzi insieme e qualcuno anche da soli, masticando piano e gustando il sapore di ciò che si mette sotto i denti; di stanze imbiancate e quadri appesi in posti diversi, per abituarci a cambiare; di figli maschi e anche femmine; di sguardi, alcuni rubati; di complimenti, come quello stupendo che mi ha fatto martedì David, quando mi ha detto che io "so tenere insieme le persone"; di ricordi e dimenticanze e della parola fine, quando occorre, sempre meglio un istante prima che dopo, ch'è tardi.
Buon 2012, a tutti.

Foto by Leonora

2 commenti:

Natale Carelli ha detto...

Un Buon 2012 a te e alla tua famiglia;
un Buon 2012 a tutte quei bambini che purtroppo in questo momento non sono felici;
un Buon 2012 a tutte quelle persone che ti seguono con affetto pur non conoscendoti di persona;
un Buon 2012 a tutti.
Pace e bene.

Miranda ha detto...

Ma anche un po' di fuoco e fiamme no? qualche fulmine a ciel sereno, un paio di errori imperdonabili, un pizzico di follia e almeno una caduta dolorosa...:-)
Sadicamente buon anno anche a te
Ti abbraccio Susi